Alcuni trattamenti del I Livello di Reiki, in particolare il Trattamento Veloce e l’Autotrattamento, riguardano i Chakra, parola di origine sanscrita che significa ruota e rappresenta un vortice di energia collocato in corrispondenza di sette principali punti del corpo.
La Medicina Tibetana, lo Yoga, la Meditazione da millenni studiano e descrivono minuziosamente l’influenza dei Chakra sulla vita dell’essere umano e i procedimenti per attivarli, curarli e potenziarli. Questi punti corrispondono esattamente sia nel numero che nella dislocazione alle ghiandole endocrine, responsabili della produzione di ormoni, le sostanze indispensabili per l’attività dell’organismo. I Chakra si trovano in corrispondenza dei gangli nervosi, interessano la sfera emotiva, influenzano il respiro, il battito cardiaco, il metabolismo, l’attività ghiandolare del corpo umano.

Il Sé individuale e il Sé Universale
È interessante notare come sia la parola ormone (dal greco Ormào, smuovere) sia la parola Chakra o Ruota, indichino uno stesso concetto: il movimento incessante e armonioso della vita. I Chakra, come l’arcobaleno, danno origine alla connessione tra mente e corpo, spirito e materia, passato e futuro, Cielo e Terra. I Chakra sono le ruote della vita che permettono al corpo di muoversi nel «divenire» degli eventi della vita stessa. Il sistema dei Sette Chakra descrive uno spettro crescente tra materia e coscienza, in cui i «due estremi» collegano il Sé individuale a quello Universale.
Vedremo in questa sezione di integrare l’aspetto funzionale con quello simbolico, arrivando alla comprensione fondamentale del fatto che il corpo è veicolo ed espressione della coscienza.