A questo punto possiamo affrontare il tema e il significato della Cerimonia di Iniziazione in Reiki, che deriva con tutta probabilità dalla scuola buddhista giapponese dello Shingon, con il suo buddhismo esoterico (himitsubukkyo solitamente semplificato in mikkyó), chiamato così in riferimento non solo agli insegnamenti segreti che possono essere rivelati unicamente a iniziati, ma piuttosto in riferimento alla natura nascosta e profonda cui gli insegnamenti fanno riferimento, ossia la realizzazione interiore del Buddha Supremo, Maliavairocana Tathagata (Dainichi Nyorai, Grande Sole)

Questa realizzazione è profonda, misteriosa ed esoterica perché può essere compresa solo in stato di samadhi.
Il fondatore della scuola Shingon è Kobo Daishi.
Al Buddhismo esoterico vennero poi aggiunti e sostituiti riferimenti ai Kami, le divinità della Religione Shintoista.

Il Buddhismo Esoterico
Il buddhismo esoterico insegna che la realtà presenta due aspetti, uno relativo, finito, condizionato, (Ki) e uno assoluto, infinito ed incondizionato (Rei).
Dal punto di vista dell’ignorante questi due aspetti sembrano separati e inconciliabili, mentre a\Yocchio del Buddha (butsugen), all’immobile mozzo della ruota, essi sono due facce di un’unica verità.
Nella visuale parziale tutte le cose vengono viste come transitorie e in continua trasformazione, prive di una natura propria durevole; ma dalla visuale totale, onnicomprensiva un Buddha vede che lo sfuggevole mondo delle impermanenti forme altro non è che il mondo del Buddha dall’adamantina durevolezza (Mahavairocana).
Il Buddha, il Risvegliato, avendo realizzato la non dualità del finito e dell’infinito, sache il proprio corpo e la propria mente sono illimitati e incondizionati e allo stesso tempo non distinti dal finito e dal condizionato: il suo corpo e la sua mente sono l’universo delle forme, né più né meno, uniti ad esso in una perfetta compenetrazione (muge), cosicché i dharma fisici sono le membra del suo corpo e tutti i dharma mentali sono le funzioni della sua mente.
Per un Buddha ogni distinzione tra sé e non-sé è scomparsa.

Mahavairocana Tathagata, il non-dualismo
È il Buddha che incarna la Conoscenza della non dualità del mondo. Il suo corpo e la sua mente assieme costituiscono il corpo del Dharma comprendente tutti i cosmi e inseparabilmente mischiato alle loro entità fenomeniche, sia fisiche che mentali.

Il suo Corpo del Dharma è coincidente con l’universo delle forme: è presente ovunque nello spazio e per sempre presente nel tempo, è contenuto eternamente e interamente in ogni più piccola particella dell’universo; ogni granello di polvere contiene tutti i dharma e l’intero Corpo del Dharma del Tathagata.
Anche se imbevuto delle impurità dell’ignoranza e della passione, ogni essere è completamente fuso con il Corpo del Dharma di Mahavairocana e contiene pienamente quel corpo all’interno del proprio corpo e della propria mente: l’essere e il Buddha non sono due.