Il Mandala di Reiki
Nelle pagine che seguono cercheremo di descrivere l’energia di Reiki nel modo più oggettivo e universale possibile, rifacendoci alla nostra esperienza personale e professionale di Maestri di Reiki maturata nel corso di molti anni di pratica.
Le informazioni che troverete non sono numeri e parole incise su marmo o carta di riso, sono frutto del lavoro interiore delle migliaia di persone che hanno frequentato nel corso del tempo centinaia di seminari di Reiki. Ciò che conosciamo di Reiki è molto poco rispetto a ciò che possiamo conoscere e in questo campo l’unico metodo davvero valido ed efficace è la sperimentazione empirica, l’attenta analisi di ogni caso e la sua risoluzione, magari protratta per i lunghi anni che richiede un serio percorso di crescita.

L’ascolto della persona, l’empatia profonda, il contatto intimo con la sua verità aprono il tempo e lo spazio all’intuizione e al sentimento della compassione, processo fondamentale nel lavoro e nella pratica di Reiki. Nel silenzio interiore, nella pace profonda che si crea attraverso l’energia diventa possibile condividere con ogni persona tutto il tormento e l’estasi che animano il nostro viaggio terreno.
Ringraziamo tutti coloro che hanno scelto di accompagnarci in questi anni verso la scoperta di Reiki, i mille riflessi in cui abbiamo potuto scorgere la nostra immagine. Tutti coloro che si sono presentati per un Seminario di Reiki sono stati i nostri maestri e ci hanno condotto alla realizzazione di questa opera. Non saremo noi a scrivere questo libro, ma loro, noi tenteremo soltanto di riportare in semplici parole una verità profonda e imperscrutabile, quella che spinge ognuno di noi verso la Guarigione.
Il Sistema Usui fu concepito dal suo Fondatore come un insieme armonico e sinergico di pratiche che riguardano la Guarigione del Corpo Fisico, il Riconoscimento dello Scopo Individuale, il Raggiungimento della Illuminazione e il Sentimento di Fratellanza espresso nel Servizio. E interessante notare come i vari elementi e i livelli corrispondenti si riversano gli uni negli altri, senza mai esaurirne il movimento, ma semmai generandolo. Il Processo di Guarigione in Reiki utilizza specifici strumenti (Tecnica) che operano sul piano fisico, sul piano emozionale, sul piano mentale, sul piano spirituale e sul piano divino.

La sincronicità dei livelli di Reiki
La Guarigione è una continua interazione di questi piani, che sono interdipendenti e complementari tra loro e non possono espletare la loro funzione se non in un continuo succedersi e integrarsi degli uni negli altri. Gli schemi che proponiamo sono inevitabilmente riduttivi rispetto alla reale complessità degli elementi in gioco e le linee tratteggiate vogliono per l’appunto indicare che ogni situazione rappresentata è comunque e sempre contemporaneamente in comunicazione e in contatto con tutte le altre.
I Livelli di Reiki, i Chakra, i Piani della Coscienza non vanno mai considerati in senso diacronico e gerarchico, secondo un tipico modo di vedere occidentale, bensì come un insieme sincronico e armonico.
Come nel corpo umano i vari organi e sistemi presi isolatamente non sarebbero in grado di mantenere la vita, così gli elementi del sistema Usui sono solo le tappe continue di un movimento incessante e infinito, un flusso di energia di consapevolezza e amore che solo può condurre alla guarigione.
L’amore muove ogni cosa, è la vera dinamica dell’universo che si realizza in ogni creatura negli aspetti materiale e spirituale. Vedremo approfonditamente questi piani quando analizzeremo il lavoro di crescita dei vari livelli di Reiki e in particolare la struttura energetica dell’Albero della Vita.

Per il momento è importante notare che anche una volta diventati Maestri/Insegnanti di Reiki, giunti nel livello più alto, ossia quello del Servizio e dell’Ordine Mistico, è sempre indispensabile ritornare sul Livello Fisico e applicare la
Tecnica di Guarigione sul Corpo Fisico e nella Dimensione Materiale, attraverso le Iniziazioni e i Trattamenti, ossia ricominciare ogni volta da capo.
II Viaggio con Reiki nella consapevolezza non finisce e non comincia mai, semplicemente procede, evolve, si trasforma. Il rispetto del Sistema Usui garantisce in chi pratica Reiki la continua formazione personale e la pratica dell’umiltà.

L’Arte della Guarigione
Usui chiamava Reiki l’Arte della Guarigione, sottolineando l’importanza di non considerare Reiki come una tecnica in senso stretto, ma di accedere al vero significato della parola che appunto, dal greco Tèkne, significa Arte.
Poiché l’Arte è sempre espressione simbolica di un segreto, l’allegoria della Guarigione ci porta a ricercare e a conoscere il segreto della vita, che allora diventa essa stessa Arte.
La Guarigione è un inesauribile processo di esplorazione interno ed esterno, dove la conoscenza del macrocosmo influenza la presa di coscienza del microcosmo e viceversa, in un processo che è ancora una volta circolare e continuo.

Un Sistema Planetario
Possiamo rappresentare il Sistema Usui con l’immagine di un nucleo centrale che è Reiki inteso come Guarigione e Illuminazione. Attorno a questo nucleo orbitano, come pianeti intorno al sole, i vari livelli in cui Reiki si articola e i vari stadi del percorso di crescita.
La Tecnica di Guarigione, La Crescita Personale, La Crescita Spirituale e L’Ordine Mistico sono delle tappe, dei punti fissi, dei livelli di coscienza.

Il I, il li, il III e il IV Livello di Reiki sono strumenti energetici, percorsi, processi di apprendimento che permettono di accedere a questi livelli.
Ogni livello di Reiki opera poi attraverso specifici Trattamenti e Cerimonie di Attivazione su diversi piani della realtà.
– Il I Livello opera prevalentemente come tramite fra il Piano Fisico e il Piano Emozionale attraverso la guarigione fisica.
– Il II Livello congiunge il Piano Emozionale con il Piano Mentale portando all’autorealizzazione.
– II III Livello porta il Piano Mentale in contatto con il Piano Spirituale per incontrare il proprio destino individuale.
– Il IV Livello unifica il Piano Spirituale con il Piano Divino attraverso l’azione del servizio e della fratellanza universale.